29 Lug 2013

L’articolo 202 bis del Codice della Strada prevede la possibilità di rateizzare le multe a determinate condizioni.

Chi deve pagare una multa, per una o più violazioni, accertate con uno stesso verbale di importo superiore a 200 euro e versa in condizioni economiche disagiate (cioè titolare di reddito imponibile non superiore a 10628,16 euro  mentre se convive con il coniuge o con altri familiari il reddito è costituito dalla somma dei redditi)  può chiedere il pagamento in rate mensili. Si può ottenere un massimo di 12 rate, se l’importo dovuto non supera i 2000 euro, fino a 24 rate se l’importo dovuto supera i 5000 euro ed un massimo di 60 rate se l’importo dovuto supera i 5000 euro.

Non sono previste spese di istruttoria della pratica. Il trasgressore dovrà fare molta attenzione a non saltare la scadenza del pagamento delle rate poiché, accadesse, decadrà il beneficio della rateizzazione e dovrà pagare l’intera somma residua in un’unica soluzione.

Sarà l’autorità (Prefettura, Polizia Municipale ecc….) a valutare la situazione specifica del richiedente, esprimendo poi il relativo parere sulla rateizzazione richiesta.

[top]